I movimenti animalisti in Italia. Politiche, strategie e pratiche di attivismo

I movimenti animalisti in Italia. Politiche, strategie e pratiche di attivismo
Niccolò Bertuzzi
Meltemi , 2018

ENGLISH

The Italian animal advocacy world is characterised by the diversity of the movements that are found within it. Even though fighting for the same cause, these groups present diverse and complex stories, political strategies and activist practices, which cannot be assimilated with environmentalism. Contrary to the study of philosophy and law, sociology has dealt very little about them, even though there is an increasing interest of society towards animal issues. The book by Niccolò Bertuzzi, sociologist and researcher at the Scuola Normale Superiore of Pisa, filled this lack of academic literature. Deriving from various sources (documents, interviews, etc.), the author carried out a scientific survey on this shattered world, which is disunited on the main problems regarding animals, such as speciesism, welfare and rights. However, the diversity of policies, which limits the efficiency of actions in defence of animals, could serve to stimulate the debate on a theme that is destined to overstep its boundaries.

 

ITALIANO

Il mondo animalista italiano si caratterizza per l’eterogeneità dei movimenti che ne fanno parte. Pur lottando per la stessa causa, questi gruppi presentano storie, strategie politiche e pratiche di attivismo diverse e complesse, che non possono essere assimilate all’ambientalismo. A differenza della filosofia e del diritto, la sociologia si è occupata poco di essi, nonostante il crescente interesse della società per la questione animale. A questa scarsità di letteratura accademica rimedia il libro di Niccolò Bertuzzi, sociologo e assegnista di ricerca della Scuola Normale Superiore di Pisa. Attingendo a diverse fonti (documenti, interviste, ecc.), l’autore ha condotto un’indagine scientifica su questo mondo frantumato, dove regna la discordia sulle principali problematiche che riguardano gli animali, come lo specismo, il benessere e i diritti. Questa diversità di orientamenti, che limita l’efficacia delle azioni in difesa degli animali, potrebbe tuttavia servire a stimolare il dibattito su un tema destinato a uscire dalla marginalità.

Share with